Sign in / Join

TEST: BRAKING IN.CA.S

BRAKING IN.CA.S

Abbiamo testato a lungo il nuovo impianto frenante made in Italy, pensato per il mondo e-Bike e non solo.

IN.CA.S. È l'acronimo di INterchangeable CArtridge System, ed è proprio la possibilità di personalizzare le sue prestazioni utilizzando cartucce con diversi diametri del pompante che rende interessante questo freno a disco di ultima generazione: modificando il diametro del pompante è possibile variare la potenza frenante adattandola ai propri gusti. Più precisamente la cartuccia di serie adotta una sezione pari a 9 mm ma può essere sostituita con una dotata di un pompante di 10 mm che risulta più dura da azionare e ha un comportamento più On-Off.

Pompante e pinza sono realizzati in lega leggera e sottoposti a forgiatura e successive lavorazioni CNC, il tutto 100% made in Italy.

La pinza dispone di due pistoni in alluminio di 26 mm di diametro, con o-ring derivati dal mondo motociclistico, per garantire un miglior roll-back in fase di frenata. Una sezione superiore alla media che garantisce una frenata più potente.

Tre i modelli di dischi disponibili: S3 Batfly, WFix Batfly e  Wfix.

I diametri vanno da 140 mm ai 220 mm e lo spessore è pari a 1,9mm. La nostra scelta ha privilegiato i WFix Batfly da 203 mm, caratterizzati dal design della pista Wave e delle Grooves che servono a dissipare il calore e ravvivare le pastiglie riducendone l'usura e la rumorosità. S3 Batfly, la versione di punta, dispone di tre nottolini che rendono semiflottante il disco assicurando, inoltre, una migliore dissipazione del calore.

Tre le opzioni anche per quanto concerne le pastiglie: Organic, Carbo-Metallic (di serie) e Sintered Race. Quest'ultima è la soluzione da noi adottata.

 

IL RESPONSO DEL TEST

Le regolazioni della leva e dell'avanzamento del pompante assicurano una perfetta funzionalità ergonomica.

Dopo tre intensi mesi di test possiamo dichiarare la nostra completa soddisfazione per le prestazioni riscontrate che, in modo sintetico, possono essere definite come molto potenti ma estremamente precise. Coniugare precisione e modulabilità non è cosa semplice, ma i tecnici italiani si sono superati mettendo a nostra disposizione un impianto di rara potenza in grado di assicurare una frenata sempre controllata, che si traduce, oltre che in spazi di arresto ridotti, in una grande precisione di guida anche su terreni con scarsa aderenza.

I Biker che, come chi scrive, utilizzano il freno posteriore non solo per frenare ma anche per guidare, rischiano, nelle discese più lunghe, di aumentare la temperatura oltre i livelli normali. Con questo impianto frenante abbiamo riscontrato in una sola estrema occasione un aumento del volume dell'olio che non ha, tuttavia, influito sulle prestazioni attese. La soluzione per risolvere alla radice qualsiasi problema di surriscaldamento c'è, basta montare il disco S3 Batfly che è in grado di dissipare in modo più efficace il calore sviluppato dal contatto prolungato tra pastiglie e disco e, di conseguenza, assicurare prestazioni costanti anche nelle situazioni più esasperate.

 

La coppia di freni In.Ca.S con pastiglie Carbo-metalliche è in vendita al prezzo di 790,00€, dischi esclusi.

La coppia di dischi Wfix Batfly da 203 mm, da noi montata, costa 122,00€. Gli S3 da 203 mm costano 180,60€ e,  il singolo disco S3 da 220 mm è in vendita a 95,20€.

 

I pesi da noi riscontrati sono pari a 320 g per l'anteriore ai quali vanno aggiunti 20 g per le pastiglie e 152 g per il disco; il posteriore, data la maggiore lunghezza del tubo in acciaio intrecciato, pesa 50 g in più.

 

info: www.bicycle.braking.com

Leave a reply