Sign in / Join

Pedalate in sicurezza con la linea D30 protections di Fox MTB

FOX studia costantemente nuove protezioni capaci di non compromettere nulla in termini di comfort e prestazioni, utilizzando materiali tecnici e performanti.

Per i propri riders vuole da sempre solo il meglio ed è per questo motivo che si avvale di partner straordinari capaci di rispetatre e soddisfare questi alti standard qualitativi.
Per questo motivo ha stretto per le prossime stagioni un accordo di collaborazione strategica assieme a D3O: leader mondiale nel settore delle protezioni da impatto.

Infatti, l'utilizzo del  D3O, che a riposo risulta essere morbido e ultraflessibile ma che si indurisce istantaneamente in caso di impatto, è quanto di meglio si possa desidera per le proprie protezioni.
Inventato nel 2007 da Richard Palmer a seguito di un investimento da parte del Ministero della Difesa del Regno Unito che aveva richiesto lo sviluppo di un materiale capace di assorbire gli urti, in modo da poterlo inserire negli elmetti dei militari (con funzione antiproiettile). Infatti, un elmetto costruito in D3O è capace di ridurre la metà dell'energia cinetica del proiettile o altri frammenti. Questo materiale innovativo ha ottenuto numerosi riconoscimenti e per questo motivo il suo utilizzo non è limitato solo al mondo militare, ma anche nel settore dello sport dove trova la sua collocazione ideale nelle protezioni e nelle imbottiture dei capi tecnici di abbigliamento tecnico.
E proprio per le sue applicazioni sportive che il D3O ha ricevuto il prestigioso riconoscimento internazionale ISPO award nel 2019 come prodotto dell'anno alla fiera di Monaco di Baviera.

Fox e D3O si sono alleati al fine di assicurare massima protezione ad per ogni rider, più o meno esperto.
Le protezioni FOX D3O sono disponibili nei migliori negozi di mountain bike e non aspettano altro che essere messe alla "dura" prova.

Ti è piaciuto l'articolo?

Clicca sulla stella per votare!

Media voto 5 / 5. Numero voti: 1

Ancora nessun voto! Vuoi essere il primo?

Leave a reply