info@e-bikemagazine.com +39 0323 30122
TEST KIT PARADOX KINETICS HERMES
19 ottobre 2016
0

logo-ebike-test_e-bikemagazineTEST KIT PARADOX KINETICS HERMES

Prova eseguita da Roberto Diani

Il marchio greco ha in catalogo due kit dotati di potenze molto al di sopra della media: 1.500 W per il nostro Hermes e, addirittura, 2.500 W per il mostro denominato Ares. La batteria trova posto nello zaino ed è collegata al motore tramite un cavo esterno.

La procedura di montaggio, descritta nell’articolo precedente, non richiede attrezzature e abilità particolari ed è, perciò, alla portata di qualsiasi meccanico ciclista e non solo.

KIT PARADOX KINETICS HERMES

paradox_mg_5028

ANALISI STATICA

La particolarità che rende veramente interessante questo kit, in caso di utilizzi realmente off-road, è la possibilità di interfacciarsi con la quasi totalità dei telai senza determinare una diminuzione della luce da terra. Questo fondamentale risultato è stato ottenuto prolungando la distanza del motore vero e proprio dal movimento centrale; la trasmissione dall’albero motore alla guarnitura è, infatti, assicurata da una coppia di ingranaggi esterni.

La trasmissione finale utilizza, oltre alla cassetta in dotazione sulla propria mtb, una moltiplica da 36 o 34 denti.

La batteria, agli ioni di litio, ha una capacità di 587 Wh e trova posto nello zainetto,  per un peso, comprensivo del back pack Fox in dotazione di serie, pari a 4.020 g.         

paradox_mg_5045

Marca e modello Paradox Hermes
Prezzo € 2.890,00
Peso Drive Unit 2.250 g
Peso complessivo 3.500 g
Peso complessivo di batteria e zaino 4.020 g
Potenza dichiarata 1.500 W
Capacità accumulatore 587 Wh
Moltiplica 36 o 34 denti
info info@free-ride.it

Attenzione ! Il trapianto del nostro kit su una normale mtb a trazione muscolare non la trasforma in una bike a pedalata assistita: motore e trazione muscolare sono completamente indipendenti, possiamo, infatti, utilizzare solo il motore, azionando l’apposita levetta, solo la nostra muscolatura o entrambe contemporaneamente. Il che ha ricadute ben precise per quanto concerne sia le modalità di utilizzo sia il codice della strada.

paradox_mg_5035

IL RESPONSO DEL TEST 

La potenza del motore è devastante e permette di raggiungere in fretta e senza fatica l’inizio della discesa. Il peso contenuto ed il baricentro favorevole fanno sì che il comportamento nelle discese off-road non si discosti più di tanto da quello assicurato dalla bici originale.

Alla prima esperienza su una salita accidentata ci siamo trovati in difficoltà: la potenza straripante del motore e l’azionamento della levetta che la gestisce, richiedono un discreto periodo di ambientamento prima di poter sfruttare in modo funzionale la trazione del motore. Sarà, comunque, difficile eguagliare la praticità  assicurata dalle mtb a pedalata assistita.

paradox_mg_5072

Centellinando l’utilizzo del “gas” abbiamo potuto sfruttare un’autonomia considerevole che diminuisce, però, drasticamente quando si preme a fondo sull’acceleratore. La ricarica completa della batteria richiede poco più di 2,5 ore.

Anche in caso di uscite prolungate non abbiamo sentito più di tanto il fastidio dovuto al peso dello zainetto porta batteria che era stato, oltretutto, riempito con la classica dotazione di attrezzi e vestiario.

paradox_mg_5096

Concludendo possiamo affermare che il nostro “Hermes” ha tanti pregi ma anche qualche difetto, tra questi ultimi possiamo annoverare il rumore che raggiunge livelli fastidiosi quando si sfrutta per intero la potenza del motore; inoltre, la conduzione sulle salite accidentate richiede abilità superiori a quelle sufficienti per gestire una mtb a pedalata assistita. L’utilizzo ideale di questo kit si ottiene quando è possibile sfruttare la grande rapidità nel superare importanti dislivelli su salite non accidentate. Molto interessante anche la facilità e rapidità delle procedure di montaggio e smontaggio del kit che permettono di sfruttare alternativamente la vostra full suspension nelle due diverse configurazioni.  

paradox_mg_5083

paradox_mg_5040

Testo: © Roberto Diani

Foto: © Giuseppe Repetto

TEST KIT PARADOX KINETICS HERMES

CLICCA SULLA COPERTINA PER LEGGERE LA VERSIONE SFOGLIABILE DEL TEST

e-bikemagazine-test_paradox_sfogliabile


e-mtbmagazine

e-mtbmagazineSalva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Share This: