Latest

[Provata] – Cannondale Moterra Neo

By  | 

[Provata] – Cannondale Moterra Neo

Cannondale ha invitato i giornalisti europei a Canazei per presentare le nuove Moterra Neo e Synapse Neo. La prima è una e-trail con escursioni paria a 140/130 mm mentre la seconda è una e-road  

Le nuove bici a pedalata assistita del marchio statunitense sono state le fedeli compagne di viaggio che ci hanno permesso di gustare, come mai in passato, la maestosa bellezza delle Dolomiti. 

MOTERRA NEO

Il telaio in lega leggera è realizzato intorno al Bosch Performance CX e alla batteria integrata Bosch Powertube da 500 Wh e può contare su un design più aggraziato del precedente, mantenendo invariata la rigidità complessiva che si avvale di un carro posteriore solidissimo grazie ad uno snodo principale di rara robustezza e al perno passante della ruota posteriore di 157×12 mm. Al pari delle altre sospensioni posteriori del marchio statunitense anche la nostra Moterra utilizza un design “Monopivot”. L’escursione alla ruota posteriore è pari a 130 mm mentre la forcella arriva a 140 mm di escursione. 

Le ruote da 27,5” sono gommate Maxxis Minion DHF 3C Maxx Terra con sezione di 2,6”  

La trasmissione utilizza una moltiplica da 15 denti (equivalenti a 37,5 reali) e da una cassetta a 12 pignoni con dentature da 11 a 50.  

A livello geometrico i tecnici USA hanno optato per un baricentro basso (344 mm) e, sopratutto, per il massimo contenimento della quota di carro posteriore che, con i suoi 457 mm, risulta la più corta tra i modelli che montano il Bosch Performance CX. L’angolo di sterzo è abbastanza chiuso (67,8°) ma va considerato che il rake della forcella è pari a 46 mm, invece dei classici 51 delle 27,5+, per effetto della combinazione dell’inclinazione dell’angolo di sterzo e del rake si ottiene una quota di “trail” che si attesta a 100 mm. Le quattro taglie disponibili hanno quote di reach e interasse rispettivamente uguali a 417/1172 mm, 430/1184 mm, 454/1215 mm e 482/1242 mm. 

 L’intera giornata di test ha evidenziato la grande rigidità del telaio, un’elevata agilità che permette di superare agevolmente salite tecnicamente impegnative dove abbiamo apprezzato anche la funzionalità della pedivella accorciata a 160 mm, in modo di non impattare frequentemente con gli ostacoli proposti dai terreni più accidentati. In discesa fa buon gioco il baricentro basso e la quota di reach sufficientemente lunga, per effetto dei quali è garantito un livello di stabilità adeguato ad un range di utilizzo incentrato sul trail/all mountain. 

Tre le versioni disponibili: Moterra Neo 1 (5.799€), Moterra Neo 2 (4.999€) e Moterra Neo 3 (4.199€). La versione di punta si avvale di una forcella Pike RC con 140 mm di escursione, di un ammortizzatore DeLuxe RT Debonair, di una trasmissione NX Eagle a 12 velocità con cassetta da 11 a 50 denti, cambio GX, freni Guide RE 200/180 mm e reggisella telescopico Cannondale DownLow con escursioni rispettivamente pari a 100 mm (S) 125 mm (M) e 150 mm (L e XL). 

Moterra Neon 3 propone, invece, una forcella Recon RL con 130 mm di escursione ed un rake di 51mm, pneumatici Nobby Nic 27,5×2,6”, trasmissione a 10 velocità con cassetta da 11 a 42 denti e freni Deore con dischi di 203/180 mm di diametro. 

Info:  Cannondale Moterra Neo 

 

Leggi la prova della nuova Cannondale Synapse Neo

[Provata] – Cannondale Synapse Neo

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *